ENDRIZZI

LA FAMIGLIA ENDRIZZI AL COMPLETO

Eppure qualcosa ci deve essere, in questa Piana Rotaliana, se lo inseguo da giorni, percorrendola avanti e indietro, senza mai fermarmi. Un che di antico e moderno insieme, uno Spirito, un’idea, un soffio fatato che la alimenta, cullandone le piane, invigorendone i selciati, rafforzandone i boschi, rinfrancandone le vigne, in modo che sia, essa stessa, persona. Approdo a San Michele all’Adige, da Endrizzi, o meglio Endrici, una cantina che in quanto a storia ha davvero pochi eguali. Il cuore pulsante è Masetto, che fin dal 1885 è la casa edificata da Francesco ed Angelo; da subito sperimentano le potenzialità della Piana con vitigni internazionali, Cabernet e Merlot, insieme a Teroldego e Lagrein.

VIGNETI ENDRIZZI

Ora la cantina associa a numeri importanti una – nutritissima – linea di etichette, tutte di ottima fattura. Alla guida Paolo e Christine insieme ai figli Lisa Maria e Daniele. Qui molto del futuro sarà nell’equilibrio tra rispetto della tradizione e innovazione, evidenti negli assaggi. Impressiona la competenza riservata ai territoriali Teroldego e Nosiola, eccellenti anche nei ‘tagli’, e gli esiti sugli internazionali, soprattutto lo Chardonnay. Da Masetto, Maso Kinderleit, Pressano e Masnani gli esiti migliori in vigna, poi grande artigianato in cantina, con interpretazioni di pulizia e tensione. Forse lo Spirito è (anche) qui. Assaggi in ordine di gradimento crescente:

Teroldego Rotaliano DOC Riserva Leoncorno

Il Classico di casa. Prugna in confettura, vellutato alla bocca, finale iodato, grande potenziale di invecchiamento.

Vigneti delle Dolomiti IGT Dalis

Sbarazzino e vivace come negli intenti. Pesca bianca, salvia, croccantezza e tensione alla bocca.

Vigneti delle Dolomiti IGT Masetto Nero

Prima sorpresa di giornata. Un blend azzeccatissimo, alloro, liquirizia, palato sapido e croccante.

Vigneti delle Dolomiti IGT Masetto Doré

Seconda sorpresa di giornata. Lieve spezia dolce poi timo e albicocca, salato e lunghissimo.

Vigneti delle Dolomiti IGT Rosso Gran Masetto

Un Teroldego travestito da Amarone. Appassimento rigorosissimo, estratto imperioso. Vegetale, regale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...